River Gacka (Croatia) 

_____

Negli anni 80 il Gacka è stata una destinazione mitica per molti pescatori di mosca. Le abbondanti schiuse, la ricchezza di macrobentos e di pesci e la bellezza di questa singolare risorgiva lo hanno reso leggendario. Fino alla guerra balcanica scoppiata nel dicembre 1990. Il vecchio Hotel Gacka è ancora in piedi, testimone dell'orrore della guerra, giace abbandonato, con ancora le ferite dei proiettili visibili sui muri.


Pescai qui poco prima dello scoppio della guerra. Ero un giovane pescatore a mosca, ed era il mio primo chalk stream. Il Gacka ai tempi era la destinazione di pescatori a mosca di tutto il mondo. Era pieno di trote e la sera le schiuse erano oltre l'immaginabile. L'acqua limpida e l'abbondanza di insetti erano una vera sfida anche per il pescatore più abile. Ed eccomi di nuovo qui, dopo tutti questi anni. Arrivo la sera, è tardi e oggi non c'è tempo per la pesca. La prima occhiata dal ponte mi riporta a quei giorni innocenti, in cui solo trote e temoli erano i pesci che turbavano i miei sogni.


Alloggio nel nuovo hotel Gacka, che è stato costruito proprio dietro quello precedente. La mattina dopo mi sveglio alle 7, faccio colazione e mi precipito al fiume. È una mattina di Ottobre, fredda e nebbiosa. In Acqua non vi è segno di attività. A volte in profondità intravedo trote muoversi lentamente. Così opto per un'imitazione appesantita di gammarus.


Prendo qualche trota iridea di taglia media. Si dice che la trota iridea si sia acclimatata qui ed è in grado di riprodursi.


Camminando verso valle vedo una grossa ombra a circa un metro dalla superficie. Sembra una tipica trota fario del Gacka. Lancio il gammarus di fronte alla sua zona di pastura e lo lascio affondare nella corrente.


Al terzo tentativo vedo il bianco della sua bocca e ferro! È un pesce forte che misfila la coda dal mulinello per un paio di volte. Sarà una fario sul chile e mezzo. Giunta a riva le metto il guadino sotto il corpo e ... lei si inarca, fa leva sul bordo della rete e si libera lasciandomi sbalordito nel silenzio ovattato. Che pesce!


Intorno alle 9 del mattino il sole lacera lo spesso strato di nebbia, rivelando il fiume in tutta la sua bellezza


È molto più facile ora individuare il pesce che sta effettivamente iniziando a bollare. Con la temperatura più calda le effimere iniziano a schiudere.


Il pesce più grosso è però ancora in attività più in profondità. Verso l'ora di pranzo vedo una grande ombra che nuota in una radura della foresta di erbe acquatiche. Monto una ninfa di effimera appesantita su amo 10 e inizio a insidiare il grosso pesce. La trota sta sotto ad almeno 2 metri di profondità. Al decimo tentativo sto per arrendermi quando con un rapido scarto di lato decide di prendere la mia ninfa.


È un trotone irideo sui 60 cm. che mi impegna in una dura lotta con la mia coda 4 a finale dello 0.15.


Alle 13.00 faccio pausa pranzo al nuovo hotel Gacka dove mi gusto un delizioso Schnitzel con patate.


Dopo pranzo al fiume è cambiata la musica. Il gammarus ha fatto il suo tempo, i pesci stanno iniziando a salire su una schiusa piuttosto massiccia di Baetidae.


Non è facile ingannare le trote adesso. Sono più visibili con il sole, ma lo sono anche io per loro.


Comunque devo essere fortunato oggi, sto pescando completamente da solo. La bellezza di questo chalskstream è abbagliante. È ancora come nei i miei ricordi di 30 anni fa.


Dopo vari tentativi, trovo un modello emergente di effimera oliva in grado di convincere le trote. Non è facile tra l'abbondanza di pesci in attività e di insetti alla deriva avere costante successo.


Lo spettacolo del pesce che ninfa e delfina sta diventando sempre più impressionante. Si stanno nutrendo sia di ninfe in superficie e che di quelle che si approssimano alla superficie. Schiene di trote lasciano scie sull'acqua e pinne dorsali emergono freneticamente.


A volte ho successo, il più delle volte riempio i miei sensi di questa meraviglia della natura mentre le mie mosche scendono nell'indifferenza delle trote.


Al crepuscolo spero in un classico 'coup de soir' ma a causa della tarda della stagione non succede. Ci sono solo sparute bollate. Prendo qualche trota più piccola su una piccola imitazione di moscerino nero mentre mi godo un tramonto mozzafiato.


_____

MORE FLY FISHING CONTENTS

 THE KLEINE DRAU

MAGAZINE

MAGAZINE